La Notte visibile della Cultura a Magliano

UTOPOLIS a Magliano è un evento che coinvolgerà tutto il paese e cercherà di dare vita ai sogni e ai desideri della Maremma di domani, ripercorrendo le tappe di come è stata ieri, di come in passato sia stata vissuta l’ utopia di una terra amara segnata da tante avversità.

In questo contesto, considerando il gran numero di aziende agricole, di agriturismi, di ristoranti presenti sul territorio, abbiamo pensato di sviluppare la tematica “Cibo e utopia”, l’eterna lotta tra Carnevale e Quaresima.

Magliano è un borgo medievale e mai come in quell’epoca tale contrasto è stato vissuto dall’uomo e dalla comunità con tanta intensità. Del resto, il tema del cibo è intrinseco alla letteratura di carattere utopico: il cibo, in società immaginarie caratterizzate dall’opulenza, viene enfatizzato come segno di abbondanza, mentre in altri momenti storici diventa il segno di un’umanità nuova che ha trasceso i bisogni materiali, di cui la fame è l’esempio più evidente.

Il cibo iperbolico, grasso, sontuoso del Carnevale si oppone a quello frugale, modesto, povero della Quaresima, componenti diverse che albergano e convivono in ognuno di noi e rendono utopia persino la nostra persona, perché noi tutti siamo luce ed ombra, in ognuno di noi è presente un lato ludico ed uno serio, come è pur vero che si scorge un riso amaro anche nell’allegoria del Carnevale ed una quiete confortante anche nell’esercizio spirituale della Quaresima.

Affiora così l’utopia dell’essere, di uno spirito ideale che può contenere aspetti diversi e contrastanti.

Il cibo nei mondi utopici diventa un marcatore culturale, un principio identitario, in quanto ciò che si mangia è il riverbero dell’impianto ideologico sul quale si fonda un determinato immaginario sociale.

Per questo abbiamo organizzato una cena itinerante nei vari locali del paese, accompagnata dalla lettura e dalla recitazione di brani sull’argomento, una “cena in versi”. L’utopia è il tentativo di giungere a una terra promessa, a un’età dove all’umanità è consentito vivere uno stato di purezza. Nella totalità delle utopie c’è un’insistenza sulla necessità di nutrirsi con alimenti puri, in contrapposizione a quelli impuri del mondo reale: da ciò si comprende che il cibo non assolve soltanto ad una funzione nutritiva, bensì morale e spirituale.

Tutte le persone che parteciperanno saranno coinvolte e potranno utilizzare gli spazi pubblici all’aperto, le vie e piazze saranno animate da mercatini, concerti, performance artistiche e teatrali.

Sono previste visite guidate, mostre e conferenze da allestire all’interno del centro enoturistico, al centro di documentazione archeologica, nella Biblioteca Comunale.

Potrete partecipare ad una passeggiata nel centro storico e sulle mura, con dei narratori che illustrino aneddoti di una storia articolata su piani e tempi diversi, la storia della Maremma appunto, che vi accompagneranno in un viaggio utopico fra gli eventi accaduti e quelli che potrebbero manifestarsi.

Il paese sarà visivamente allestito in conformità alle iniziative proposte, e diviso in due parti: quella festosa e colorata del Carnevale, quella meditativa ed interiore della Quaresima.

Il confine tra le due parti sarà segnato dalla presenza di un pannello bianco sul quale chiunque potrà scrivere i propri pensieri su come immaginano l’utopia di Magliano nel futuro, trasformandolo in un murales.

Per una notte vivremo l’ Utopia come luogo del rivelarsi delle potenzialità dell’essere, del suo piacere di immaginare e di ipotizzare ciò che sarà perché… “L’utopia è il campo del desiderio, di contro la politica, che è il campo del bisogno” (ROLAND BARTHES)

Venite a Magliano il 26 Settembre 2015, UTOPOLIS vi aspetta!

Cristiana Milaneschi, animatrice culturale, cittadina del Comune di Magliano in Toscana