Castiglione della Pescaia ricorda Italo Calvino

Italo Calvino amava la Maremma, in particolare scelse il borgo di Roccamare, con il suo promontorio e la pineta, come meta dei suoi ritiri. Qui veniva, nella sua villa, in vacanza a Castiglione della Pescaia. Qui morì, nel 1985, il 19 Settembre.

I Castiglionesi, a dimostrazione del legame che si era instaurato con lui, scrissero un manifesto per dargli l’ultimo saluto:

“La terra di Palomar, col suo mare, le sue spiagge, le sue onde, i suoi boschi, i suoi silenzi, così meravigliosamente cantati dal Maestro rende l’ultimo, sincero, affettuoso, sentito omaggio a Italo Calvino”

Qui lo celebrano oggi, a trent’anni dalla sua morte con un evento che durerà un mese:

Sabato 19 settembre, ore 10.30: cimitero di Castiglione della Pescaia, un omaggio nel luogo in cui è stato sepolto. Ore 17, sala consiliare, all’interno della biblioteca comunale intitolata a Calvino:  tavola rotonda con lo scenografo inglese amico dello scrittore, Adam Pollock e il compositore Jonathan Dove, autore dell’opera lirica “L’altra Euridice”, tratta da un racconto di Calvino.

Sabato 26 settembre, ore 9: auditorium scuole medie (viale Kennedy): rappresentazione teatrale de “Le fiabe Italiane di Italo Calvino” a cura dell’Accademia Mutamenti. A seguire, nella sala consiliare, ore 17, letture teatrali intitolate “Le fiabe italiane”: tre storie tratte dal libro di Calvino e messe in scena da Giorgio Zorcù con la recitazione di Sara Donzelli.

Sabato 3 ottobre, ore 17, sala consiliare: proiezione di “Italo Calvino e il cinema”, con dibattito e conversazioni sul tema del rapporto di Calvino con il grande schermo.

Sabato 10 ottobre, ore 17, sala consiliare: “Lo sguardo di Calvino” di Giorgio Patrizi, Università La Sapienza di Roma.

Sabato 17 ottobre, ore 17, sala consiliare: conversazione con Giovanna Calvino, figlia dello scrittore, che presenterà il suo libro “La strega dentro di me”.